Blog di Adria. Fai sentire la tua voce!

Se vuoi scrivere news, notizie, eventi, foto, video, contattaci

IDV Adria appoggia la FIOM


[di Rosa Barzan]

Italia dei Valori di Adria appoggia e condivide l’appello fatto in questi giorni dal segretario Fiom, Maurizio Landini, e, come già annunciato a livello nazionale da Antonio Di Pietro, IDV il prossimo 9 marzo sarà in piazza a Roma per la manifestazione indetta dai metalmeccanici della Fiom.

La ragione principale della nostra adesione è la volontà di vedere applicati il primo articolo della Costituzione, in cui si stabilisce che la Repubblica italiana è fondata sul lavoro, e l’articolo 39 in cui, invece, si afferma che i sindacati sono liberi e rappresentati proporzionalmente ai propri iscritti.

Condividiamo con la Fiom la necessità di “….essere presenti per riaffermare insieme con forza che l’Italia è una “Repubblica democratica fondata sul lavoro”, crediamo che la libertà dei lavoratori sia la libertà di tutti, che la sicurezza del disoccupato ed il superamento della precarietà sia la sicurezza di tutti. Ci battiamo per un’economia ambientalmente sostenibile e per un piano straordinario di investimenti pubblici e privati per difendere i “beni comuni” e costruire nuovi posti di lavoro perché oggi sono in gioco libertà e diritti.”

Oggi nei luoghi di lavoro, a partire dalla Fiat, si rischia l’autoritarismo con la messa in discussione del Contratto nazionale, dei diritti individuali e collettivi. Il governo ci vuol far credere che per uscire dalla crisi bisogna cancellare l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, invece i diritti devono essere universali, e quindi estesi a tutti.

Chi pensa che l’articolo 18 possa essere strumento utile per rilanciare il sistema paese e far ripartire la produttività, sbaglia. E’ usare l’articolo 18 come specchietto per le allodole. Dopo aver innalzato l’età pensionistica, liberalizzare il licenziamento significherebbe rottamare i lavoratori dai 50 anni in su. Quale azienda, infatti, tra un lavoratore giovane e uno più anziano, seppure esperto, sceglierebbe di tenere un over 50 alla catena di montaggio? Usciamo dall’ipocrisia e guardiamo al cuore del problema.

Riportando le parole di Landini, lo sciopero generale e la manifestazione nazionale del 9 marzo sono un appuntamento essenziale non solo per i metalmeccanici ma per tutti coloro che credono nella democrazia, nella giustizia sociale, nella libertà, nell’informazione libera e in un lavoro stabile con diritti. E in questo senso sono fondamentali il diritto allo studio, l’accesso alla cultura, la valorizzazione del patrimonio artistico e delle competenze.

Comments are Closed.


Torna il rito emblema del Salento

Una grandissima festa popolare, un’occasione unica dove tutte le generazioni si ritrovano unite a celebrare il loro legame di appartenenza con..

Galatina

Anteprima Stay Music Festival: i Molotov d’Irpinia

Anteprima Stay Music Festival: i Molotov d’Irpinia LINK Appuntamento il 29 giugno alle ore 21:00 lungo corso Vittorio Emanuele, all’altezza della villa..

Flumeri

Si è spenta la "voce" di Salvatore Cimmino

E’ di poco fa la notizia della morte di Salvatore Cimmino (nella foto a destra di chi guarda). Padre della musicista..

Somma Vesuviana

Elezioni e voto disgiunto: giù la maschera.

https://senzaeditori.wordpress.com/2016/06/06/elezioni-e-voto-disgiunto-giu-la-maschera/ ..

Cesenatico
Previsioni meteo per la tua città

I più commentati della settimana

  • None found

Prossimi eventi in città

Locali di Adria